Blog

claudio lolli

17 agosto 2019

Un anno fa ci lasciava Claudio Lolli. Proprio mentre tutti eravamo troppo presi dal sole e dalle spiagge per riuscire anche solo a intercettare la notizia o spenderci due parole. Ma forse, lui che è sempre stato il più schivo e sfuggente fra i grandi cantautori italiani, avrebbe comunque preferito così.
Dunque, invece di abbandonarsi a grandi discorsi, oggi è giusto immergersi fra i suoi dischi e perdersi nella sua poesia.

gli ascolti di agosto 2019

1 agosto 2019

Si fanno ancora, nel 2019, i falò di Ferragosto? Non lo so. Però, prima di abbandonarsi al clima vacanziero, non può mancare il tradizionale appuntamento con i miei consigli musicali sul sito di Rock Targato Italia. Questa volta parlo di Jena Lu, Ginevra Di Marco & Cristina Donà, Lettera 22 e L'equilibrio.

[clicca qui per leggere l'articolo]

targhe rock targato italia 2019

31 luglio 2019
 
Dal 10 al 12 settembre, al Legend Club di Milano, si terranno le finali nazionali della trentunesima edizione di Rock Targato Italia. Anche quest’anno avrò il piacere di sedere al tavolo della giuria ma la grande novità di quest’edizione è che, parallelamente al concorso tradizionale, insieme al resto dello staff abbiamo deciso di assegnare sei premi speciali ad altrettante realtà particolarmente importanti.
Come comunicato nei giorni scorsi dalla stessa Rock Targato Italia, i vincitori di questi premi sono:
- miglior singolo: Giulio Casale per “Soltanto un video
- miglior band: RCCM
- miglior etichetta: Wallace Records
- miglior tour: PFM per “PFM canta De André anniversary
- miglior album: Francesco Di Giacomo per il disco postumo “La parte mancante
- targa speciale “artisti italiani nel mondo": Piero Cassano
Dal confronto fra teste e sensibilità diverse fra loro credo sia uscita una rosa di artisti premiati decisamente meritevole e per nulla scontata. L'appuntamento per le premiazioni è nel pomeriggio del 12 settembre al Legend di Milano.
 

tramonto d'africa

18 luglio 2019

Nel luglio di 25 anni fa volgeva al termine, dopo 100 giorni di massacri, il genocidio in Ruanda. Una tragedia figlia del colonialismo europeo in Africa e consumato sotto gli occhi delle Nazioni Unite nella totale indifferenza del mondo occidentale.
La ricorrenza mi è balzata agli occhi assolutamente per caso, ieri sera, guardando un film. Purtroppo la cronaca più recente ci dimostra che, a distanza di un quarto di secolo, sembra non essere cambiato nulla nell'atteggiamento del mondo occidentale: ai politici di qualunque bandiera, alle organizzazioni umanitarie e ai mezzi d'informazione, ciò che accade nel continente africano interessa solo quando ci sono schiavi da sfruttare, risorse da depredare, interessi economici da salvaguardare, guerre da fomentare o situazioni politiche da strumentalizzare. Il colonialismo, di fatto, non è mai finito e forse continua ad assumere facce sempre più subdole e spietate. Di Africa, così come di Medio Oriente, si parla spesso ma i reali problemi del continente continuano a essere taciuti, ignorati e volutamente aggravati anche -e forse soprattutto- da chi recita poi sui media la parte del "buono".

resurrezioni digitali

11 luglio 2019

"Ogni sorso un ricordo", il progetto musicale che ho realizzato tempo fa grazie alla collaborazione con Miky Marrocco, è di nuovo disponibile su Spotify e su tutte le piattaforme di musica digitale.
L'album era uscito tre anni fa ma da qualche mese, per problemi della società che si occupava di distribuirlo, non era più reperibile. Ora è tornato grazie a un nuovo distributore ed è dunque nuovamente ascoltabile ovunque.
Risentendolo a distanza di tempo ne sono ancora molto orgoglioso. Miky ha fatto un gran lavoro sui suoni ed è riuscito in modo quasi magico a rendere musicale anche il mio teatro rock.

[clicca qui per ascoltare l'album su spotify]

gli ascolti di luglio 2019

8 luglio 2019

Mentre riflettevo sui dischi da consigliare nella mia abituale rubrica mensile sul sito di Rock Targato Italia, mi sono reso conto che sono passati vent'anni dai miei esami di maturità e che gli anni '90 mi mancano sempre. Così, in questo mese di luglio, ho pensato di suggerire quattro album recenti che possano far rivivere, in qualche modo, l'aria di quel periodo: le nuove uscite di Lenostrepaure, N.A.N.O., Leda e I Rumori Di Via Silvio Pellico.

[clicca qui per leggere l'articolo]

ricordi a pedali #3

27 giugno 2019

Un nuovo sguardo al passato. Era una serata di giugno di dieci anni fa al Caffé Letterario di Bergamo: un frammento de "L'uomo a pedali", uscito all'epoca da poco più di un mese, accompagnato dalla sonorizzazione inquieta dei Controluce. Credo sia stata anche la prima collaborazione concreta con Miky Marrocco (alla chitarra nel video) con cui negli anni successivi abbiamo poi condiviso cose belle, dagli spettacoli del suo "Nicovid" fino alla realizzazione dell'album "Ogni sorso un ricordo".

il crucilibro

24 giugno 2019

A volte il mondo del web porta sorprese inattese.
A più di quattro anni dalla pubblicazione, il mio "Alice" è stato inserito in un simpatico giochino, ideato da Renzo Vitale, che si chiama CruciLibro. In sostanza, si tratta di un cruciverba in cui le definizioni sono date dai titoli di 16 libri da riconoscere a partire dalle copertine parzialmente oscurate. Oltre al mio libro, nel gioco ci sono grandi classici, autori meno conosciuti e maestri come Moravia e Baricco.
Tra l'altro, ne approfitto per ricordare che il romanzo è sempre disponibile in tutti i negozi digitali, oltre che in formato fisico, anche gratuitamente in ebook.

[clicca qui per giocare al crucilibro]

i colori dell'estate 2019

21 giugno 2019

Arriva l'estate e, come ormai abitudine in corrispondenza dei cambi di stagione, insieme a Francesco Caprini e ai ragazzi di Divinazione ci siamo divertiti ad assemblare su Spotify una nuova playlist di canzoni recenti per accompagnare i prossimi mesi. Ci sono finite dentro buona parte delle cose che sto ascoltando maggiormente in questo periodo e ne è uscita una scaletta variegata e interessante.
Abbiamo inserito canzoni di: RCCM, Giovane Giovane, La Municipàl, Dimartino, N.A.N.O., Morose, Flat Bit, Psicologi, Leda, Gli Amanti, Incomodo, Murubutu, Lettera 22, Jena Lu, Lenostrepaure, Massimo Pericolo, Flutua e Allume.

[clicca qui per leggere la presentazione]

e non è ancora finita

16 giugno 2019

Era il marzo del 2012 quando, mentre “Suonando pezzi di vetro” era già praticamente pronto, ho scritto di getto la prima stesura di “Alice”, uscito poi nel 2015. Da allora sono passati più di sette anni riempiti da pubblicazioni, spettacoli, qualche racconto e altri progetti, ma di avventurarmi in un nuovo romanzo non ho più avvertito l'esigenza.
Tutto questo per dire che negli ultimi mesi, dopo sette anni, sono tornato a scrivere un nuovo romanzo, e per me è stata una sorta di liberazione. Al momento non ho la più pallida idea di cosa farci, con questo nuovo scritto, e di certo i tempi perché lo si possa leggere saranno lunghissimi, ma scriverlo è stata comunque già una bella sensazione.
Se devo essere sincero, l'idea di affrontare il classico tourbillon editoriale e promozionale di un libro, in questo momento, mi blocca parecchio. Ma prima o poi arriveranno le spinte giusto per fare anche quel passo, credo. Di certo non a breve termine, ma quando sarà il momento qualcosa si muoverà. Vedremo...