Blog

ritorna "l'uomo a pedali"

1 febbraio 2021
 
Verso la metà di marzo uscirà per Edizioni del Faro una nuova edizione de “L’uomo a pedali”, il mio romanzo pubblicato originariamente nel 2009, che per la prima volta sarà disponibile anche in formato ebook.
Mi sono interrogato a lungo sull’opportunità di pubblicare qualcosa in questo periodo strano, anche per il rischio concreto di vedere ogni passo promozionale trasformato in un percorso a ostacoli, ma alla fine mi sono convinto a farlo proprio per il bisogno di qualche segnale di autentica normalità. Con “L’uomo a pedali” poi era destino che prima o poi dovessi tornare a farei i conti, se non altro perché mi è sempre dispiaciuto che fosse il mio unico romanzo non disponibile in formato digitale e perché spesso, in questi ultimi anni, ho pensato che quella storia avrebbe potuto splendere ancora di più se l'avessi ripulita da qualche piccola ingenuità stilistica.
L’idea è quella di staccarmi dagli schemi promozionali che hanno accompagnato i miei lavori precedenti e provare a portare il più possibile il libro in giro nel modo in cui il protagonista avrebbe voluto: su due ruote. Il che non so di preciso cosa vorrà dire, ma lo scoprirò anche io strada facendo.
Credo sia in assoluto la cosa meno sensata che abbia mai fatto ma va bene così.
 

fanta cycling 2021

25 gennaio 2021
 
Un momento di disimpegno che non fa mai male: i ragazzi di FantaCycling hanno aperto le iscrizioni alla nuova stagione del fantaciclismo.
Per chi ama il ciclismo è un divertimento coinvolgente, gratuito e molto ben congegnato basato su un’app molto intuitiva. La logica è più o meno quella nota del fantacalcio, ma applicata ovviamente al mondo dei pedali.
Lo scorso anno il gioco si è rivelato un piacevolissimo svago con più di ventimila iscritti, e personalmente ho portato a casa un ottimo 23esimo posto nella classifica generale e soprattutto un terzo posto nella classifica speciale dedicata alle mie amate Classiche del pavé. Credo che anche quest’anno ci sarà da divertirsi.
 

scoprendo strava

14 gennaio 2021
 
Quando un uomo su una bicicletta incontra un altro uomo su una bicicletta, prima o poi arriva inevitabilmente la domanda: «ti trovo su Strava?». 
Ecco. Alla fine mi sono convinto anche io a iscrivermi al famoso social per ciclisti. Dunque, da ora gli amici a pedali possono trovarmi anche lì.
E chissà che in questo 2021 il puzzle dei miei diversi modi di girovagare non trovi il modo di ricomporsi.
 

gli ascolti di gennaio 2021

8 dicembre 2021

Inauguriamo il 2021 ripartendo dalle nostre consuetudini. Sul sito di Rock Targato Italia è uscito il mio abituale articolo mensile dedicato ai consigli musicali. Questa volta parlo de I Fasti, Nicola Lotto, Agnese Valle, Marco Trentacose e gli Ho.Bo.
Nel frattempo sugli spazi social della stessa Rock Targato Italia è uscita anche la seconda parte della mia chiacchierata con Francesco Caprini per raccontare la lunga storia della manifestazione.
 

buona fortuna per il 2021!

30 dicembre 2020

Finisce un altro anno, anche se nelle strade deserte non sembra proprio esserci aria di festa e, questa volta più che mai, la sensazione è che non finisca proprio nulla. D’altro canto è stato ormai ripetuto più volte da più parti che i processi innescati dai fatti della scorsa primavera sono ancora lontani dal concludersi e sono destinati a lasciare profondi cambiamenti all’interno del nostro modo di vivere.
Io non so in che mondo vivremo alla fine del 2021: quasi sicuramente sarà diverso da quello in cui viviamo in questa fase transitoria ma temo che, a meno di un’improvvisa presa di coscienza collettiva o di qualche evento davvero clamoroso che possa darci una scossa importante, sarà lontano anche da quello in cui vivevamo un anno fa. Non ho idea nemmeno di cosa comporterà questa “nuova normalità” a cui i massimi rappresentanti delle nostre istituzioni alludono di continuo, anche se mi sembra evidente che, viste le premesse, non potrà comportare nulla di buono per noi comuni mortali. L’unica cosa che so è dobbiamo prepararci a un 2021 parecchio complicato, con l’augurio vivo che non sia un anno di passiva rassegnazione allo scorrere designato degli eventi. 
Buona fortuna a tutti!

buon natale 2020!

24 dicembre 2020

Gesù entrò poi nel tempio e scacciò tutti quelli che vi trovò a comprare e a vendere; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombe” (Mt, 21,12).

A Natale si ricorda la nascita di un uomo che aveva la forza d’animo di scacciare a calci quanti non rispettavano ciò che lui riteneva sacro. Un uomo che abbracciava anche i lebbrosi senza paura di farsi contagiare. Un uomo che ha lottato per la dignità di tutti quanti arrivando a farsi inchiodare a una croce piuttosto che rinnegare le proprie idee.
Buon Natale a chi non se ne è dimenticato!

la storia di rock targato italia

15 dicembre 2020

Premessa: io senza Francesco Caprini, che tutti conoscono soprattutto come lo storico fondatore di Rock Targato Italia, sarei perso. Credo sia impossibile contare le volte in cui mi ha sorretto e sostenuto nel corso degli anni. E oltretutto verso di lui ho sempre, come molti, un debito morale per tutta la musica che ha scoperto e lanciato ben prima che ci conoscessimo di persona e che io ho ascoltato da adolescente.
A conclusione di questo 2020 che ha segnato anche per il mondo della musica parecchi stravolgimenti, Francesco ha pensato, invece di pubblicare la tradizionale compilation annuale, di chiedermi di aiutarlo a realizzare una serie di video chiacchierate e playlist che raccontino la storia di Rock Targato Italia dalle sue origini fino ai tempi più recenti e, di riflesso, ciò che è successo nella musica alternativa italiana dagli anni ‘80 a oggi.
Ovviamente per me è stato un grande piacere affiancarlo in questa piccola avventura: confrontarsi con Francesco su questo suo lungo percorso è stato davvero come aprire un immenso scrigno di ricordi.
Oggi è uscito su YouTube, grazie anche alla postproduzione di Andrea Ettore Di Giovanni, la prima parte della chiacchierata fra me e Francesco. Le altre puntate della chiacchierata, le playlist e tutto quanto il resto arriveranno via via nel corso del tempo per cui consiglio di tenere d’occhio il sito e i profili social di Rock Targato Italia. Sentire Francesco parlare di musica e del suo percorso significa davvero riscoprire, da un punto di vista privilegiato, un bel pezzo di storia della nostra cultura.

gli ascolti di dicembre 2020

8 dicembre 2020

Poche settimane fa è uscita una raccolta di Edoardo Bennato. Riascoltare alcune sue vecchie canzoni in questi giorni è spiazzante: è incredibile come il suo mondo di fiabe libertarie, a oltre quarant’anni di distanza, suoni drammaticamente attuale. A volte mi domando quanti, fra gli attuali portabandiera della musica italiana, avranno la stessa forza di continuare a rimanere del tempo.
Sul sito di Rock Targato Italia è appena uscito il mio articolo mensile dedicato ai consigli musicali. Questa volta parlo di Giorgio Canali, Francesco Bianconi, Zen Circus, Qualunque e Gianluca De Rubentis.

[clicca qui per leggere l'articolo]

democrazia e potere

1 dicembre 2020

Qualche giorno fa discutevo con un amico sulla presunta incapacità della nostra classe politica e giornalistica. Ebbene: io non credo assolutamente che questi signori siano degli inetti. Tutt’altro.
Purtroppo spesso pensiamo che la democrazia segua ancora le regole che ci hanno insegnato a scuola: la classe politica è eletta dai cittadini per difendere gli interessi del popolo stesso e vigilare su tutto ciò che può metterne a rischio il benessere, inclusi i poteri finanziari. Ci dimentichiamo che negli ultimi trent’anni questa dinamica è stata completamente capovolta: oggi la classe politica (indipendentemente dal colore della casacca che ormai è solo un alibi comunicativo per far presa su diverse fasce sociali) risponde direttamente ai poteri finanziari e ha il compito di difendere gli interessi di chi muove i fili di questi stessi poteri e vigilare su tutto ciò che può metterli a rischio, in primis il popolo. E un destino ancora peggiore è toccato ai santoni dell’informazione di massa, che hanno smesso di indagare la realtà per assumere il ruolo di semplici cani da guardia dei potenti e megafono della propaganda.
Credo sia tutta qui la chiave di volta per comprendere molte cose e, in quest’ottica, è chiaro che le attuali classi politiche e giornalistiche siano le migliori possibili per il ruolo che sono chiamate ad assolvere. Concedergli l’alibi di una presunta incapacità significa, a mio avviso, fargli un regalo enorme e finire col combattere le battaglie che ci attendono partendo da un’ottica completamente falsata.

due chiacchiere con marco ambrosi

23 novembre 2020

“L’altro allo specchio” è qualcosa di importante per cui è bene parlarne ancora. Questa volta però ho voluto farlo andando ad ascoltare il punto di vista di colui che ha ideato il progetto, raccolto le storie dei ragazzi che hanno ispirato i racconti e fatto un lavoro enorme per rendere possibile tutto quanto: Marco Ambrosi.
Sul sito di Rock Targato Italia è appena uscita un’intervista in cui lo stesso Marco ci racconta molte cose sull’antologia e su tutto ciò che le ruota attorno.

[clicca qui per leggere l'intervista]