Blog

finali di rock targato italia

7 settembre 2015

Un piccolo aggiornamento: dal 28 al 30 settembre a ‪Milano‬ si terranno, al Legend Club, le finalissime nazionali di Rock Targato Italia. Io sarò lì tutte e tre le sere come giurato, ma soprattutto martedì 29 avrò il piacere di essere ospite sul palco e far rivivere un pezzetto di “Alice” con il mio reading. Seguiranno tutti i dettagli...

poi viene settembre

1 settembre 2015

L'estate dello scorso anno ricordo di averla passata completamente assorto in una delle ultime stesure di “Alice”, rapito dall'ansia di quegli ultimi ritocchi che mi sembravano non portare mai al risultato che volevo. C'era sempre una sensazione che mi sembrava non essere a fuoco come avrebbe dovuto. C'era sempre qualcosa di troppo o qualcos'altro che mancava. Poi, con l'avvicinarsi dei primi freddi, anche gli ultimi tasselli hanno trovato il proprio posto.
Quest'anno invece sono riuscito a passare delle ferie estremamente tranquille, lontano dalla scrittura e dai pensieri. Ho anche rivisto posti che non vedevo da quando ero bambino e, dopo una serie di mesi intensi sia fisicamente che emotivamente, era davvero necessario, staccare per un po' la spina da tutto quanto e dedicarmi solo a me stesso.
Ora conto di riprendere piano piano in mano tutte le cose lasciate in sospeso, anche perché so che il percorso di “Alice” ancora non si è concluso e il desiderio di continuare a far vivere quella storia non è ancora sazio. Ma senza fretta. Con i giusti tempi. Tanto si sa che le cose più belle succedono sempre in inverno.

recensione su "ritratti di note"

19 agosto 2015

Anche in piena estate qualcuno si lascia affascinare da "Alice". E' il caso del web-magazine Ritratti di note, che ha pubblicato oggi una recensione a firma di Raffaella Sbrescia che definisce il romanzo come "un doppio autoritratto in cui il quotidiano vivere porterà a rispondere anche ai quesiti più scomodi."

clicca qui per leggere la recensione completa

treviso (non) è una pura coincidenza

13 agosto 2015

Domenica sono stato a ‪Treviso‬ per il concerto d'addio degli Estra, ed è dall'istante in cui ho rimesso piede a casa che cerco, senza riuscirci, di scrivere due parole a riguardo. Sarà che con gli addii, come certi personaggi dei miei romanzi, ho sempre avuto un rapporto complesso. Sarà che lascia una certa malinconia vedere una storia musicale così importante chiudersi pur dimostrando di avere ancora molto da dare. Sarà che non è mai facile fare i conti con la scelta di amarsi per l'ultima volta nel modo più sfrontato per poi separarsi definitivamente e lasciare che la vita prosegua portando ognuno lungo la propria strada. O sarà che sto già cadendo nel retorico smielato e non so se mi va.
Dunque rinuncio all'idea di scrivere qualcosa di razionale e mi limito a ringraziare Giulio Casale e il resto della band per quello che mi hanno dato con le loro canzoni in tutti questi anni, per la purezza e l'onestà con cui hanno saputo incarnare in modo magnificamente poetico e incisivo il senso di smarrimento di tanti ragazzi “nati in mezzo al niente”, per le tante volte in cui mi sono rifugiato nello stridore delle loro chitarre e nella forza delle loro parole, per le notti in cui da ventenne mi è capitato di inseguire Giulio dopo qualche concerto per scambiare due battute e rompergli i coglioni con le mie poesiole di quegli anni, per come anche in quest'ultimo concerto hanno saputo farmi tornare diciassettenne per un paio d'ore, per i tanti ricordi che mi legano al loro mondo, e anche per quell'ultimo momento di commozione condiviso con tanta gente mentre domenica salutavano il loro pubblico per l'ultima volta.
Buona vita a voi, “nordest cowboys”!

liste estive

26 luglio 2015

Con un ritardo ben oltre il tempo massimo scopro che due anni fa, in occasione della partenza del Giro d'Italia, la notissima rivista Panorama aveva pubblicato un articolo in cui segnalava cinque romanzi influenzati, in qualche modo, dal fascino del ciclismo e che, accanto a mostri sacri come Vasco Pratolini e Gianni Brera, aveva inserito il mio "L'uomo a pedali".
Ovviamente la cosa non può che farmi sentire onorato.

clicca qui per leggere l'articolo di panorama

 

Inoltre il blog letterario Prime Impressioni ha recentemente pubblicato un post in cui consiglia ai propri lettori dieci libri da leggere durante le vacanze per un'estate fuori dagli schemi. Fra questi ha inserito anche "Alice", che descrive come un romanzo "che racchiude tutti i pensieri, le sensazioni e le incertezze del mondo dei trentenni di oggi".

clicca qui per leggere l'articolo di "prime impressioni"
 

recensione su deliriprogressivi

10 luglio 2015

"La vita è una successione di eventi e di storie che si intrecciano nel tempo": si apre con questo pensiero, la bella recensione di "Alice" pubblicata oggi sul portale Deliri Progressivi a firma di Dulcinea Annamaria Pecoraro.
L'articolo è accompagnato anche da una serie di belle foto scattate durante lo spettacolo a Firenze.

clicca qui per leggere la recensione

le due giornate fiorentine

8 luglio 2015

Nelle mie due giornate fiorentine credo di avere speso una cifra incalcolabile in granite e bevande rinfrescanti: il caldo di questi giorni tende a rallentare persino i pensieri e rende faticoso anche viaggiare, ma ne è senza dubbio valsa la pena.
Ho sempre pensato che poter girare l'Italia raccontando le proprie storie e incontrando sempre nuove persone sia già di per sé una grandissima fortuna. Quando capita poi di poterlo fare nel cuore di una delle città più ricche di fascino e storia al mondo, su un palchetto da cui si gode di una vista memorabile, e di fronte a un pubblico affettuoso e attento, allora la fortuna diventa ancor più un privilegio.
E' stato davvero un onore poter inaugurare, accompagnato dagli interventi precisi e puntuali di Dulcinea Annamaria Pecoraro, la stagione libraria de "La Casetta Del Buon Vino".

fiume d'arte

30 giugno 2015

Non sono mai stato un animale estivo: il caldo, le canzoncine da spiaggia e le grigliate rumorose tendono ad acuire i miei momenti di misantropia così, il più delle volte, in estate vado in letargo. Quest'anno però ho una storia importante da raccontare e mi è stata offerta l'occasione di farlo in un contesto molto bello così, prima di rifugiarmi nel mio ritiro estivo, domenica (5 luglio) farò un salto a Firenze dove, alle 18.00, tornerò a dare vita a un pezzetto di “Alice” in piazza Demidoff, sul palchetto all'aperto de "La Casetta Del Buon Vino", all'interno della rassegna "Fiume d'arte" organizzata da Deliri Progressivi.
Inoltre, esattamente 24 ore prima dell'evento (sabato 4 luglio alle ore 18.00), sarò in diretta sulle frequenze della web radio Radio Napoli Emme Live per una breve intervista.

gli anni...

28 giugno 2015

Poi una mattina ti svegli e il calendario ti dice che i tuoi anni sono trentacinque. Allora, guardandoti attorno con un pizzico d'incredulità, ti domandi: «Trentacinque? Ma non erano venti (o diciotto o quindici) solo un attimo fa? Non starà evaporando un po' troppo in fretta, il tempo?» Ma in fondo sai che è giusto così e che in questi anni spesi in apnea rincorrendo te stesso, nonostante qualcosa di prezioso smarrito lungo il percorso, hai realizzato cose belle che probabilmente nemmeno immaginavi di poter fare davvero, e puoi brindare sereno a tutta la strada fatta e a quella ancora da fare.

aggiornamento date: firenze

15 giugno 2015

La mia voglia di immergermi nelle suggestioni di "Alice" è ancora molta, così farò anche un reading estivo all'aperto: sarà a ‪‎Firenze‬, domenica 5 luglio, alle ore 18.00, nella splendida cornice di piazza Demidoff, nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2015.