Blog

rock targato italia 2016

18 settembre 2016

Forse l'ho già detto ma mi fa piacere ripeterlo: Rock Targato Italia è una realtà verso cui sarò sempre in debito. Anche per questo motivo sarà un onore e un piacere fare parte anche quest'anno della giuria delle finali nazionali del concorso che si terranno nei prossimi giorni (19, 20 e 21 settembre) al Legend Club di Milano. Ho già avuto modo di ascoltare, in un modo o nell'altro, tutti gli artisti finalisti e ci sono alcune realtà da cui mi aspetto molto.

fine vacanze

4 settembre 2016

Eccomi qua. Il rientro dopo la pausa estiva ha sempre il sapore del primo giorno di scuola.
Nelle ultime tre settimane sono riuscito a staccare la spina da tutto quanto, senza perdermi a inseguire nessuna idea, senza pensare a nulla e senza scrivere nemmeno mezza riga. Mi è capitato pochissime volte, in tutta la vita, un periodo di relax così assoluto.
Ora però, ricaricate le batterie, la voglia di ripartire e ributtarsi nel lavoro e nella vita è tanta. Non ho ancora ben chiaro tutto ciò che succederà nei prossimi mesi, ma un paio di cose in cantiere già ci sono e l'intento sarà sicuramente quello di proseguire il bel percorso iniziato con "Alice". Credo ci sia ancora della strada da fare.

il giornale off

12 agosto 2016

Un'ultima bella notizia prima del relax estivo: qualche giorno fa Il Giornale OFF, inserto on line del quotidiano Il Giornale, ha dedicato un bell'articolo a "Ogni sorso un ricordo" definendolo come "un album suggestivo e fuori da ogni schema."

clicca qui per leggere l'articolo

 

estate 2016

10 agosto 2016

Se è vero che, come diceva John Lennon, la vita è quella cosa che ti accade mentre sei impegnato a fare altri programmi, negli ultimi mesi devo aver vissuto parecchio, considerato che anche l'estate quest'anno mi è piombata addosso senza nemmeno che mi rendessi conto che si stava avvicinando.
Finalmente, chiusi anche gli ultimi lavoretti, è tempo di staccare la spina da tutto quanto concedersi un pochino di totale relax.
Auguro a tutti delle vacanze serene.

castelmarte

28 luglio 2016

Da Castelmare mi capitava di passare spesso in bicicletta, tanti anni fa, più o meno in un'altra vita, quando le gambe e i polmoni ancora reggevano un minimo. Mi ha fatto piacere tornarci e trovare la splendida sorpresa di un paesino vivo, amministrato da persone competenti, curiose e con tanta voglia di fare, decisamente in controtendenza rispetto al vuoto pneumatico che sembra dominare buona parte di queste terre.
L'incontro a villa Castelli è stato davvero un bell'evento, organizzato molto bene, vissuto in un'atmosfera piacevole e condotto da un Angelo Quatrale vulcanico. Anche Duilio Parietti, di cui mi prometto di leggere presto il romanzo "Se non sono gigli", si è rivelato, con i suoi modi garbati, una bella scoperta e una persona interessante con cui confrontarsi.
Sul piano chilometrico è stato l'evento più vicino a casa a cui abbia mai partecipato: è stato davvero bello viverlo in un contesto così sereno e positivo.

26 luglio a castelmarte (co)

21 luglio 2016

"La grazia o il tedio a morte del vivere in provincia" cantava Guccini. Personalmente mi ci sono rivisto spesso in quella frase e, pur amando molto gli splendidi luoghi in cui sono nato, non ho mai smesso di avere con loro, come ogni ragazzo di provincia, un rapporto contrastante.
Martedì (26 luglio) avrò il piacere di portare qualche pezzetto delle mie storie a meno di dieci chilometri da casa: quel giorno, alle 20.30, sarò infatti a Castelmarte (CO) per tornare a raccontare "Alice" nella splendida cornice del cortile est di Villa Castelli, all'interno di un incontro letterario presentato da Angelo Quatrale che mi vedrà protagonista insieme allo scrittore ticinese Duilio Parietti.
Si tratta di un evento un pochino diverso rispetto alle mie ultime esibizioni dal sapore decisamente più teatrale, ma sarà un appuntamento molto interessante in cui tornare ad immergersi nelle atmosfere di "Alice" in un contesto davvero suggestivo.

essere o non essere

12 luglio 2016

In queste ultime settimane ci sono stati diversi pensieri, alcuni importanti e altri meno, che mi sono sfuggiti fra le dita e non ho avuto tempo di sviscerare. Fra quelli meno rilevanti, resta la sensazione di dover spiegare la decisione di pubblicare “Ogni sorso un ricordo” solo in formato digitale.
Il fatto è che negli ultimi anni è cambiato molto anche il mio approccio da ascoltatore\lettore e io per primo, da fruitore, mi sento sempre sempre più distante dal feticismo di chi mette il culto dell'oggetto davanti al piacere del gustarne il contenuto. Dunque, per come girano le cose oggi nel mondo reale e per quello che è il mio rapporto con questi brani, pur sapendo che per le bizzarre dinamiche del giornalismo italiano questa scelta avrebbe finito col penalizzare non poco la promozione dell'album, mi sembrava giusto lasciare il disco libero di viaggiare per il mondo  e vivere la propria vita senza costringerlo ad assumere nessuna forma fisica, senza bisogno che qualcuno lo portasse a spasso indirizzandone i percorsi e senza farlo diventare in nessun modo un oggetto commerciabile. Tutto qui.

recensione su rockshock

4 luglio 2016

"Tra le saette di un Ferlinghetti e le malie profonde alla Carmelo Bene": con questa frase Max Sannella inquadra "Ogni sorso un ricordo" nella commovente recensione che ha scritto per Rockshock.

clicca qui per leggere la recensione

ascoltando nuova musica

30 giugno 2016

I ragazzi di Rock Targato Italia mi hanno chiesto di scrivere una serie di mini presentazioni dei 21 artisti che, dal 19 al 21 settembre, si esibiranno al Legend di Milano per le finali della manifestazione.
I primi articoli sono già stati pubblicati su www.rocktargatoitalia.eu nella sezione dedicata al concorso e gli altri usciranno via via nelle prossime settimane. Personalmente mi sto divertendo molto a fare questa cosa e sto scoprendo alcune realtà davvero interessanti. Ci sono tante idee e tanto entusiasmo, fuori dai giri dei grandi media e delle webzine alla moda.

"ogni sorso un ricordo" su mydreams.it

21 giugno 2016

E' uscita la prima recensione di "Ogni sorso un ricordo": la firma Rosa Di Girolamo sul portale MyDreams.it.

clicca qui per leggere la recensione