Blog

belle domande senza risposta

24 settembre 2015

Cercando su Youtube video delle passate edizioni delle finali di Rock Targato Italia si finisce con l'imbattersi in esibizioni storiche di Ligabue, di Eugenio Finardi, dei Timoria, dei Litfiba, dei Diaframma e di mille altri, tutti passati su quel palco come ospiti del concorso. E' chiaro che dagli anni '90 a oggi sono cambiate fin troppe cose ma ciò non toglie che, pensando che quest'anno al loro posto ci sarò io, qualcuno potrà domandarsi: “ma che c'entra Roberto Bonfanti con tutta questa schiera di grandi nomi?”
Non so se esista una risposta a questa domanda, però è davvero un grandissimo onore esserci e poter lasciare la mia piccola impronta in una storia lunga ormai trent'anni, anche perché credo di essere il primo non musicista a esibirsi come ospite all'interno della manifestazione, per cui non posso che ringraziare in anticipo Francesco Caprini e Franco Sainini di Divinazione Milano per questa magnifica opportunità.
Le finali di quest'anno si terranno al Legend Club di Milano dal 28 al 30 settembre. Ogni sera ci saranno 6 gruppi in concorso più un ospite. Io sarò lì come giurato tutte le sere e martedì 29 sarò ospite sul palco portando in scena qualche scheggia del mio spettacolo dedicato ad “Alice”. Sarà un'esibizione breve ma credo piuttosto intensa.
Tutti i dettagli si possono trovare sul sito della manifestazione: http://bit.ly/1VaOWK5ù

 

dopo la festa

13 settembre 2015

Alla fine, complice il fine settimana, il pdf del romanzo è rimasto in download gratuito molto più delle 24 ore previste e sono tante le persone che l'hanno scaricato. Spero che molti di voi avranno tempo e modo di leggerlo ed affezionarsi ai miei “due piccoli stupidi”.
Quanti non hanno fatto in tempo a scaricarlo gratis possono sempre reperirlo, sia in ebook che in formato fisico tradizionale, sul sito di Edizioni del Faro oppure su Amazon o su qualunque altro negozio on line, inclusi Google Play, Ibs e tutti quanti gli altri, o possono chiedere di ordinarlo al proprio libraio di fiducia.

6 mesi di "alice"

11 settembre 2015

“Alice” compie oggi sei mesi di vita.
Per celebrare questa piccola ricorrenza, invece di avventurarmi in noiose riflessioni, ho pensato di regalarlo. A questo link, solo per le prossime 24 ore o poco più, potete #scaricare #gratis il pdf con il romanzo completo: http://bit.ly/1DDHzCw
Colgo l'occasione anche per ringraziare le persone che mi hanno aiutato a prendermi cura di "Alice" in questi suoi primi sei mesi di vita e che continueranno a farlo anche in futuro: in primis l'ufficio stampa Divinazione ed Edizioni del Faro.

finali di rock targato italia

7 settembre 2015

Un piccolo aggiornamento: dal 28 al 30 settembre a ‪Milano‬ si terranno, al Legend Club, le finalissime nazionali di Rock Targato Italia. Io sarò lì tutte e tre le sere come giurato, ma soprattutto martedì 29 avrò il piacere di essere ospite sul palco e far rivivere un pezzetto di “Alice” con il mio reading. Seguiranno tutti i dettagli...

poi viene settembre

1 settembre 2015

L'estate dello scorso anno ricordo di averla passata completamente assorto in una delle ultime stesure di “Alice”, rapito dall'ansia di quegli ultimi ritocchi che mi sembravano non portare mai al risultato che volevo. C'era sempre una sensazione che mi sembrava non essere a fuoco come avrebbe dovuto. C'era sempre qualcosa di troppo o qualcos'altro che mancava. Poi, con l'avvicinarsi dei primi freddi, anche gli ultimi tasselli hanno trovato il proprio posto.
Quest'anno invece sono riuscito a passare delle ferie estremamente tranquille, lontano dalla scrittura e dai pensieri. Ho anche rivisto posti che non vedevo da quando ero bambino e, dopo una serie di mesi intensi sia fisicamente che emotivamente, era davvero necessario, staccare per un po' la spina da tutto quanto e dedicarmi solo a me stesso.
Ora conto di riprendere piano piano in mano tutte le cose lasciate in sospeso, anche perché so che il percorso di “Alice” ancora non si è concluso e il desiderio di continuare a far vivere quella storia non è ancora sazio. Ma senza fretta. Con i giusti tempi. Tanto si sa che le cose più belle succedono sempre in inverno.

recensione su "ritratti di note"

19 agosto 2015

Anche in piena estate qualcuno si lascia affascinare da "Alice". E' il caso del web-magazine Ritratti di note, che ha pubblicato oggi una recensione a firma di Raffaella Sbrescia che definisce il romanzo come "un doppio autoritratto in cui il quotidiano vivere porterà a rispondere anche ai quesiti più scomodi."

clicca qui per leggere la recensione completa

treviso (non) è una pura coincidenza

13 agosto 2015

Domenica sono stato a ‪Treviso‬ per il concerto d'addio degli Estra, ed è dall'istante in cui ho rimesso piede a casa che cerco, senza riuscirci, di scrivere due parole a riguardo. Sarà che con gli addii, come certi personaggi dei miei romanzi, ho sempre avuto un rapporto complesso. Sarà che lascia una certa malinconia vedere una storia musicale così importante chiudersi pur dimostrando di avere ancora molto da dare. Sarà che non è mai facile fare i conti con la scelta di amarsi per l'ultima volta nel modo più sfrontato per poi separarsi definitivamente e lasciare che la vita prosegua portando ognuno lungo la propria strada. O sarà che sto già cadendo nel retorico smielato e non so se mi va.
Dunque rinuncio all'idea di scrivere qualcosa di razionale e mi limito a ringraziare Giulio Casale e il resto della band per quello che mi hanno dato con le loro canzoni in tutti questi anni, per la purezza e l'onestà con cui hanno saputo incarnare in modo magnificamente poetico e incisivo il senso di smarrimento di tanti ragazzi “nati in mezzo al niente”, per le tante volte in cui mi sono rifugiato nello stridore delle loro chitarre e nella forza delle loro parole, per le notti in cui da ventenne mi è capitato di inseguire Giulio dopo qualche concerto per scambiare due battute e rompergli i coglioni con le mie poesiole di quegli anni, per come anche in quest'ultimo concerto hanno saputo farmi tornare diciassettenne per un paio d'ore, per i tanti ricordi che mi legano al loro mondo, e anche per quell'ultimo momento di commozione condiviso con tanta gente mentre domenica salutavano il loro pubblico per l'ultima volta.
Buona vita a voi, “nordest cowboys”!

liste estive

26 luglio 2015

Con un ritardo ben oltre il tempo massimo scopro che due anni fa, in occasione della partenza del Giro d'Italia, la notissima rivista Panorama aveva pubblicato un articolo in cui segnalava cinque romanzi influenzati, in qualche modo, dal fascino del ciclismo e che, accanto a mostri sacri come Vasco Pratolini e Gianni Brera, aveva inserito il mio "L'uomo a pedali".
Ovviamente la cosa non può che farmi sentire onorato.

clicca qui per leggere l'articolo di panorama

 

Inoltre il blog letterario Prime Impressioni ha recentemente pubblicato un post in cui consiglia ai propri lettori dieci libri da leggere durante le vacanze per un'estate fuori dagli schemi. Fra questi ha inserito anche "Alice", che descrive come un romanzo "che racchiude tutti i pensieri, le sensazioni e le incertezze del mondo dei trentenni di oggi".

clicca qui per leggere l'articolo di "prime impressioni"
 

recensione su deliriprogressivi

10 luglio 2015

"La vita è una successione di eventi e di storie che si intrecciano nel tempo": si apre con questo pensiero, la bella recensione di "Alice" pubblicata oggi sul portale Deliri Progressivi a firma di Dulcinea Annamaria Pecoraro.
L'articolo è accompagnato anche da una serie di belle foto scattate durante lo spettacolo a Firenze.

clicca qui per leggere la recensione

le due giornate fiorentine

8 luglio 2015

Nelle mie due giornate fiorentine credo di avere speso una cifra incalcolabile in granite e bevande rinfrescanti: il caldo di questi giorni tende a rallentare persino i pensieri e rende faticoso anche viaggiare, ma ne è senza dubbio valsa la pena.
Ho sempre pensato che poter girare l'Italia raccontando le proprie storie e incontrando sempre nuove persone sia già di per sé una grandissima fortuna. Quando capita poi di poterlo fare nel cuore di una delle città più ricche di fascino e storia al mondo, su un palchetto da cui si gode di una vista memorabile, e di fronte a un pubblico affettuoso e attento, allora la fortuna diventa ancor più un privilegio.
E' stato davvero un onore poter inaugurare, accompagnato dagli interventi precisi e puntuali di Dulcinea Annamaria Pecoraro, la stagione libraria de "La Casetta Del Buon Vino".