Blog

recensione su i-libri

16 gennaio 2013

E' un periodo decisamente denso e positivo per "Suonando pezzi di vetro". Così, dopo GliAmantiDeiLibri e Libreriamo, anche il portale I-Libri ha appena pubblicato una recensione del mio nuovo romanzo.

Clicca qui per leggere la recensione...

recensione su gliamantideilibri.it

14 gennaio 2013

"Riflessivo, intimo e passionale": con questi aggettivi il portale GliAmantiDeiLibri ha definito "Suonando pezzi di vetro" in una recensione da poco pubblicata.

Clicca qui per leggere la recensione...


 

intervista su libreriamo

8 gennaio 2013

Il portale Libreriamo ha pubblicato oggi una mia intervista in cui racconto "Suonando pezzi di vetro" e ciò che gli ruota attorno.

Clicca qui per leggere l'intervista...

rinviata la presentazione a fidenza

7 gennaio 2013

La presentazione di "Suonando pezzi di vetro" alla libreria La Vecchia Talpa di Fidenza (PR), inizialmente prevista per sabato 12 gennaio, è stata rinviata a data da destinarsi.
Chiedo scusa agli amici emiliani e spero di poter comunicare quanto prima la nuova data.

'fanculo john cusack (il video)

2 gennaio 2013


 

"'fanculo John Cusack":  uno dei brani che ha maggiormente segnato i reading di presentazione di "Suonando pezzi di vetro".
In realtà questo video avrebbe dovuto essere una specie di pensierino natalizio, ma si sa che arrivo sempre in ritardo: poco importa che sia di dieci minuti, di qualche giorno o di tre anni.
La registrazione dell'audio e le riprese video sono assolutamente artigianali, ma va bene così.

catalizzando

10 dicembre 2012

I tre giorni a Roma erano necessari. Nemmeno io mi rendevo conto di quandolo fossero, ma ne avevo decisamente bisogno.

Sono stati giorni intensi, quelli vissuti nella Capitale, fra il reading negli spazi splendidamente accoglienti Cheese and Cheers, il caos frenetico di “Più libri più liberi”, le pochissime ore di sonno, le copie del libro firmate, lo spirito da gita scolastica, gli sguardi incrociati, i sorrisi di passaggio, gli amici rivisti, le confidenze fragili e stanche, i bicchieri di whisky, i progetti lavorativi, le risate poco lucide, le strade sbagliate e molto altro. Sono stati giorni necessari.

Mi sono sempre ripromesso di non fare ringraziamenti pubblici per evitare lo sgradevole retrogusto retorico che lasciano sempre, però questa volta devo davvero ringraziare Vincenzo Di Pietro, fedele compagno di ormai tante avventure, che ancora una volta ha voluto mischiare le sue storie con le mie dentro e fuori la scena portando molta sincerità e parecchie energie.

6 dicembre: roma


3 dicembre 2012

tutte queste parole...

2 dicembre 2012

Sono giorni che mi interrogo sul senso reale di tutto questo scrivere, e trovare risposte non aleatorie sembra sempre più complesso. Probabilmente aveva ragione il professor Vecchioni. Ma forse questo non è il momento per abbandonarsi a queste riflessioni.

L'incontro con i ragazzi di San Vittore è stato, come sempre, una grande emozione. Varcare il portone del carcere e confrontarsi direttamente con le persone che lo popolano è un'esperienza che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella vita: non solo perché quei ragazzi sono la platea più attenta, schietta e vera che si possa incontrare, ma anche perché parlare con loro è sempre un bel modo per arricchirsi umanamente e vedere le cose in una prospettiva completamente diversa e magnificamente concreta.

Questa prima fase della promozione di “Suonando pezzi di vetro” si chiuderà nei prossimi giorni con una doppia trasferta a Roma: giovedì (6 dicembre), verso le 22.00, farò un reading al Cheese and Cheese Bistrot (via Paola Falconieri, 47b - quartiere Monteverde) all'interno del quale avrò il piacere di ospitare l'amico Vincenzo Di Pietro (che per l'occasione presenterà il suo “Baraonda!”) creando con lui un intreccio molto particolare ed intenso di storie e di pensieri.
Venerdì (7 dicembre) invece, alle 18.00, passerò a trovare lo staff di Edizioni Del Faro alla fiera “Più libri più liberi” (palazzo dei Congressi – EUR) e sarò loro ospite (stand B20) per un paio d'ore per fare due chiacchiere informali con i passanti.

'fanculo john cusack

25 novembre 2012

'Fanculo John Cusack e la sua inglesina”: sarebbe questo il titolo ideale per questo giro di presentazioni del nuovo romanzo, visto che l'unico punto fermo dei miei reading è da subito diventato il monologo semi improvvisato su “Serendipity” (?) che si arricchisce ogni volta di nuove sfumature e nuovi significati.

La serata a Rimini è scivolata via piacevole, con un'atmosfera molto distesa e le giuste dosi di malinconia e leggerezza. Ora (martedì mattina) tocca San Vittore: forse l'appuntamento che più mi sta a cuore. O quanto meno quello di cui credo di avere più bisogno in questo momento a livello personale.

a proposito di neverlab

19 novembre 2012

Fra una cosa e l'altra, non ho ancora avuto modo di dire due parole su Neverlab Libri e spiegare cosa rappresenta quel marchio sulla quarta copertina del libro.
Si tratta di un progetto anomalo, nato dall'incrocio non casuale fra la curiosità dei ragazzi di Neverlab -da tempo attivissimi nel mondo della musica- di provare ad ampliare i loro confini cimentandosi con altre esperienze e la mia esigenza personale, dovuta a diversi fattori, di staccarmi dalle dinamiche dell'editoria tradizionale per cercare nuovi stimoli riappropriandomi di un modo di lavorare più "mio", confrontandomi con persone che mi conoscono da tempo e provengono da un percorso umano molto vicino a me.

"Suonando pezzi di vetro" è stato il primo passo: quello che riserverà il futuro credo sia assolutamente impossibile da prevedere. Di certo nei prossimi mesi, con lo stesso marchio, si organizzeranno anche alcuni reading di altri autori, editi da altre realtà, all'interno delle serate musicali firmate dalla stessa Neverlab, come per esempio la presentazione di "Storie dentro storie" (L'erudita Editrice) di Giovanna Astori che si terrà venerdì (23 novembre) a Bergamo, al Polaresco.

Intanto giovedì (22 novembre), alle ore 21.30, sarò a Rimini per raccontare "Suonando pezzi di vetro" al Circolo Milleluci (via Isotta degli Atti, 8). Vedremo cosa mi riserverà questa volta la costa adriatica...