Blog

"l'uomo a pedali" secondo anna esposito

5 aprile 2021

"Sergio è un bambino ma poi ragazzo e uomo, molto sensibile, tormentato, con mille domande che a volte rimangono senza risposte": con queste parole la book blogger Anna Esposito definisce il protagonista de "L'uomo a pedali" in una bella recensione pubblicata proprio oggi sulla sua pagina.

Nota ciclistica a margine: quanto si sarebbe diverito Sergio a veder correre Mathieu Van Der Poel? Sono piuttosto sicuro che la sfrontatezza e la meravigliosa follia del campione olandese avrebbero conquistato anche il mio protagonista.

[clicca qui per leggere la recensione]

"l'uomo a pedali" secondo la ragazza tra le righe

2 aprile 2021
 
"[...] Libro consigliatissimo, una storia profonda e che lascia il segno. Fluido e accattivante lo stile di narrazione, piacevoli i riferimenti al mondo e alla storia del ciclismo": così il blog LaRagazzaTraLeRighe definisce "L'uomo a pedali" in un'accurata recensione pubblicata proprio nell'antivigilia di quel Giro delle Fiandre tanto amato dal protagonista del romanzo.
 

il giro del lago di como a pedali

31 marzo 2021
 
Il giro del Lago di Como è un grande classico per i ciclisti lombardi e, oltretutto, le sponde del Lario sono un luogo pieno di fascino, di storie e di sapori diversi. Dunque il primo passo per mantenere la promessa di portare in giro “L’uomo a pedali” su due ruote, in attesa di poter prendere parte anche a manifestazioni ufficiali, non poteva che essere quello.
In questo video c’è una piccola cronaca della mia avventura di domenica scorsa tutt’attorno al lago. E anche la viva testimonianza di come si riduce uno scrittore quarantenne dopo 191 km in sella a una bicicletta.

"l'uomo a pedali" secondo mary_la_lettrice

30 marzo 2021
 
"[...] l'autore mi ha fatto emozionare, ho provato pena per Sergio e a volte volevo dargli due sberle [...]" scrive la blogger Mary_la_lettrice in una nuova eccellente recensione che fa fare ancora un po' di strada all'intenso percorso de "L'uomo a pedali".
La recensione contiene diversi spunti di riflessione sul romanzo ed è possibile leggerla sulla pagina Instagram dell'autrice.
 

"l'uomo a pedali" su rock targato italia

29 marzo 2021
 
"Bonfanti, da par suo, racconta la vicenda con sobrietà e bello stile: un sarto inesorabile. Quando si va in profondità, au contrair, diventa uno dei migliori palombari, un grande esploratore dell’abisso di pulsioni, sensazioni, gioie e dolori": questo, fra le altre cose, scrive Paolo Pelizza in una meravigliosa recensione de "L'uomo a pedali" pubblicata oggi sul sito di Rock Targato Italia.
Un ambito in cui -inutile nascondersi dietro un dito- gioco in casa. Ma conosco bene lo spirito critico e l'onestà intellettuale di Paolo, per cui non posso che ringraziarlo di cuore.
 

"l'uomo a pedali" su soffidiparole

22 marzo 2021
 
Una nuova recensione de "L'uomo a pedali" pubblicata oggi sul blog SoffiDiParole parla di "una scrittura semplice e diretta in grado di trasmettere emozioni reali" e di "un libro di vita vera; su quanto a volte, incurante dei nostri desideri, essa stessa scaraventi su di noi sciagure inaspettate, senza alcun libretto d’istruzioni su come affrontarle."
Naturalmente non posso che ringraziare l'autrice! La recensione completa è disponibile al link qui sotto.
 

"l'uomo a pedali" su farmacia letteraria

19 marzo 2021
 
"Un romanzo realistico, che mette in scena i lati umani di un uomo, senza paura di fronteggiare gli aspetti più scomodi di noi, i lati più deboli, più vulnerabili": così viene definito "L'uomo a pedali" in una bella recensione pubblicata oggi da Farmacia Letteraria.
La recensione completa, che analizza bene alcuni aspetti del carattere del protagonista, è ovviamente disponibile sulla pagina interessata.
 

un pensiero per il ligera

16 marzo 2021

La foto qui sotto foto ha poco meno di sei anni. Quel giorno, per via di qualche malanno di stagione, avevo la febbre piuttosto alta e recitavo con una voce che sembrava venire dall’oltretomba. Tra l’altro mi ero anche dimenticato il cappello che in quel periodo per me era un segno distintivo e una sorta di coperta di Linus. Però ricordo quell’esibizione come una gran botta di vita.
Il palco era quello di un luogo prezioso chiamato Spazio Ligera: quando ci entravi sembrava di essere trasportati negli anni ’70 e i suoi gestori erano riusciti a creare uno splendido punto d’incontro umano e culturale proprio nel cuore della cosmopoli di via Padova (una via che per Milano ha un valore anche simbolico non da poco, se si parla di integrazione) mantenendo un’atmosfera da circolo anarchico vecchio stile. Sono stato su quel palco tre volte, nel corso degli anni, e in diverse altre occasioni sono stato lì per vedere concerti, presentazioni di libri e altre cose belle.
Ne parlo al passato perché da qualche giorno quel posto non esiste più. I ragazzi che lo gestivano sono riusciti a resistere per un anno alle chiusure forzate e alle regole assurde di questo periodo, poi sono stati costretti ad alzare bandiera bianca di fronte all’impossibilità fisica di portare avanti uno spazio simile in queste condizioni. La sua chiusura è una pessima notizia non solo per le persone che ci lavoravano: è una perdita per chiunque creda che cultura, socialità e confronto dovrebbero essere sempre e comunque dei valori fondamentali e che essere in salute non significhi solo non avere la febbre.
Evidentemente non sta proprio andando tutto bene.
 

il sapore di un libro e amazon

12 marzo 2021
 
"Il sapore che ci rimane è quello dell’ultima lattina di birra bevuta e lasciata accartocciata per terra": così si conclude la bella recensione de "L'uomo a pedali" pubblicata ieri sul blog Il Sapore Di Un Libro. Una recensione che credo fotografi bene la disillusione di fondo che alberga nell'animo del protagonista del romanzo. L'articolo completo è ovviamente sempre disponibile al link sopra la foto.
Un più che lusinghiero commento pubblicato su Amazon dalla brava scrittrice Lucie Lareen dice invece: "Nella lettura di questo bellissimo romanzo ho riconosciuto le tematiche di alcuni grandi autori della letteratura italiana del novecento [...]". Ovviamente non posso che esserne onorato.
A proposito di Amazon: mi è stato segnalato qualche problema con i tempi di consegna del libro cartaceo sulla piattaforma, ma gli amici di Edizioni del Faro sono già al lavoro per risolvere il disguido ed entro pochi giorni dovrebbe tornare tutto alla normalità.
Approfitto dell'occasione per ringraziare i blogger, i lettori, le radio e i giornalisti che si sono già interessati a "L'uomo a pedali" in questi suoi primi giorni di vita. È stata una partenza davvero incoraggiante. Grazie!
 

battesimo a pedali

10 marzo 2021
 
“L’uomo a pedali”, edito da Edizioni Del Faro, è da oggi disponibile ovunque sia in formato cartaceo tradizionale che in ebook (quest’ultimo al prezzo di 1 Euro circa, con le solite variazioni di qualche centesimo in più o in meno a seconda della piattaforma).
Per restare fedele alla promessa di portare in giro il romanzo soprattutto su due ruote, ho pensato di battezzarlo in un luogo particolarmente significativo per chi ama il ciclismo: la Madonna del Ghisallo.
Buon viaggio!