sicurezza a pedali

13 luglio 2020

Da qualche mese ho ripreso a fare qualche chilometro in bicicletta ma ho sempre più l’impressione che, al giorno d’oggi, ogni pedalata sia una specie di roulette russa: non solo per via delle pessime condizioni dell’asfalto in buona parte del nostro Paese, ma soprattutto per la pochissima consapevolezza che la gran parte degli automobilisti ha su come rapportarsi con i ciclisti. La maggior parte delle auto ti sorpassa passandoti a pochissimi centimetri di distanza (non rendendosi conto che, sorpassando in quelle condizioni, basta una buca sull’asfalto o uno spostamento d’aria per fare un macello), per non parlare di quelli che sembrano convinti che le automobili abbiano sempre la precedenza sulle biciclette o di quelli che ti tagliano spudoratamente la strada nelle rotonde.
In questo periodo si sente spesso parlare di incentivare i mezzi di trasporto “green”, ma forse sarebbe il caso prima di tutto di iniziare a creare le condizioni per poterli utilizzare in sicurezza e soprattutto di sensibilizzare gli automobilisti su come ci si rapporta con gli utenti più fragili della strada.

p.s.: certo, poi esistono anche ciclisti poco disciplinati, ma è un altro discorso e di certo non è una giustificazione per mettere a rischio la vita di tutti quanti.